Tax Credit librerie: cresce l’adesione delle indipendenti

«Il tax credit librerie funziona e i dati lo dimostrano. Crescono infatti le librerie indipendenti che ne hanno fatto richiesta», ha affermato Flavia Piccoli Nardelli «quando sarà approvata la Legge sulla promozione della lettura, attualmente in discussione presso la Commissione Cultura del Senato, la dotazione finanziaria dell’agevolazione fiscale sarà aumentata di 3 milioni 750 mila euro annui, a decorrere dal 2020».

I dati pubblicati dal Ministero per i beni culturali precisano che sono 905 le domande presentate per accedere al credito d’imposta riservato alle librerie per l’anno 2018, per un totale di 1224 punti vendita in tutta Italia. Nel secondo anno di applicazione del regime agevolato per le piccole e grandi librerie, introdotto con la legge di bilancio 2018, si conferma la maggior richiesta tra le piccole librerie indipendenti, ben 732 pari al 88,9% del totale.

I risultati dell’Art bonus

Flavia Piccoli Nardelli, nel corso del question time svoltosi in Commissione Cultura alla Camera, ha presentato un’interrogazione al Ministero per i Beni Culturali (5-02918 Piccoli Nardelli ed altri) per conoscere i risultati finanziari che sono stati raggiunti attraverso l’agevolazione fiscale dell’«Art bonus».

La Sottosegretaria del Mibact, Lorenza Bonaccorsi, ha risposto che «l’Onorevole Piccoli Nardelli, unitamente ad altri onorevoli colleghi, richiede aggiornamenti in merito all’applicazione del cosiddetto Art bonus, ovvero la misura di sostegno del mecenatismo a favore del patrimonio culturale, introdotta dall’articolo 1 del decreto-legge 31 maggio 2014, n. 83.

18App: Franceschini ha chiesto di renderla permanente

Nel corso del question time svoltosi in Commissione Cultura alla Camera la Sottosegretaria Lorenza Bonaccorsi ha risposto ad un’interrogazione dell’on. Toccafondi in cui si chiedeva al Ministero per i beni culturali conferma anche per il prossimo triennio delle risorse della 18app.

La Sottosegretaria Bonaccorsi ha ricordato che la 18App è un bonus «rivolto, come è noto, ai ragazzi che compiono 18 anni, ai quali sono attribuiti 500 euro utilizzabili, tramite una piattaforma elettronica, per l’ingresso a musei, mostre, eventi culturali, monumenti, gallerie, aree archeologiche, parchi naturali e spettacoli dal vivo nonché, come correttamente rammentato dall’onorevole Toccafondi, per l’acquisto di libri, musica, dvd, corsi di lingua straniera e di teatro.

Audizione del Ministro dell’istruzione Lorenzo Fioramonti

Fioramonti, sicurezza, innovazione, sostenibilita’ Queste le linee della mia azione

Il Ministro della Pubblica Istruzione, Lorenzo Fioramonti, ha illustrato alle commissioni riunite Istruzione e Cultura di Camera e Senato le linee programmatiche del suo dicastero.

Il Ministro ha iniziato il proprio intervento affermando che «la visione del Miur puo’ essere rappresentata da tre parole: sicurezza, innovazione e sostenibilita’. Saranno al centro della la mia azione».

Scuola, FIT: sistema efficace di formazione e reclutamento

Flavia Piccoli Nardelli è intervenuta al termine dell’audizione del Ministro dell’Istruzione, Lorenzo Fioramonti, esprimendo condivisione sulle linee programmatiche del dicastero poiché ricalcano, in gran parte, gli obiettivi sui quali la Commissione Cultura della Camera ha lavorato negli ultimi anni.

Flavia Piccoli Nardelli ha sottolineato però l’’urgenza di riprendere il discorso interrotto della formazione e del reclutamento degli insegnanti che con l’abrogazione del FIT è rimasto insoluto, visto che per combattere il precariato patologico che affligge la scuola è indispensabile la predisposizione di un sistema efficace di formazione e reclutamento.

Franceschini, serve una legge per l’editoria

(ANSA) – ROMA, 15 OTT – “Il libro deve poter godere degli stessi sostegni che ha il cinema. La legge per la promozione e il sostegno per la lettura ora all’approvazione del Senato dopo il via libera della Camera deve essere il primo passo verso un sostegno organico al settore” ha detto il ministro per i Beni e le Attivita’ Culturali e per il Turismo, Dario Franceschini, al primo degli appuntamenti del ciclo ‘Il Bello dell’Italia’ a Milano.

No alla finale di Champions League 2020 a Istanbul

Roma, 15 ott. (Adnkronos) – “In poche ore oltre mille firme” all’appello lanciato ieri dai deputati democratici Andrea Rossi, Luca Lotti, Patrizia Prestipino e Flavia Piccoli Nardelli per chiedere al presidente della Uefa, Aleksander Čeferin, il «trasferimento della sede della finale di Champions League, calendarizzata il 30 maggio 2020, a Istanbul, allo Stadio Olimpico Atatürk, a causa degli evidenti problemi di violazione di diritti umani che si stanno verificando dopo l’attacco turco alle regioni siriane e al popolo curdo». In poche ore la petizione ha già ottenuto un migliaio di firme.

Secondo i deputati del Pd «Il calcio e lo sport sono importanti strumenti di sensibilizzazione per le nostre comunità; in questi anni è stato fatto tanto per cercare di educare giocatori, tifosi e appassionati nel rispetto dei diritti umani, coinvolgendo le società sportive e per formare una generazione che sia attenta nei confronti dell’avversario, che sia esso sul campo di gioco che sugli spalti».

Il Senato approva la Convenzione di Faro

Via libera del Senato alla ratifica della Convenzione quadro del Consiglio d’Europa, fatta a Faro il 27 ottobre 2005, che si fonda sul presupposto che la conoscenza e l’uso dell’eredità culturale rientrino fra i diritti umani ed in particolare nell’ambito del diritto dell’individuo a prendere liberamente parte alla vita culturale della comunità e a godere del patrimonio culturale.

I voti favorevoli sono stati 147, 46 i contrari e 42 le astensioni. Hanno votato a favore M5S, Pd, Iv, Leu. Contraria la Lega. Astenuta Forza Italia. Il provvedimento passa ora alla discussione della Camera dei deputati.