10 milioni di euro per il sostegno all’industria musicale, discografica e fonografica

Il Ministero per i beni le attività culturali e per il turismo ha stanziato 10 milioni di euro, a valere sul Fondo emergenze spettacolo dal vivo, cinema e audiovisivo -istituito con il decreto Cura Italia e potenziato con il decreto Rilancio (art. 89 DL 18/2020)-, a ristoro delle gravi perdite subite dall’industria musicale, discografica e fonografica che versa in condizioni drammatiche a causa degli effetti del lockdown e della pandemia da Covid 19.

20 milioni di euro per le mostre d’arte annullate per Covid

20 milioni di euro per le mostre d’arte cancellate, annullate o rinviate a causa dell’emergenza sanitaria: è il valore del decreto che il Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, Dario Franceschini, ha firmato oggi utilizzando le risorse del “Fondo emergenze imprese e istituzioni culturali” istituito dal Decreto Rilancio.

Franceschini: 10 milioni di euro per la piccola editoria

Il Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, Dario Franceschini, ha firmato il decreto ministeriale per stanziare 10 milioni di euro alle piccole case editrici in difficoltà a causa dell’epidemia Covid-19, a valere sul Fondo emergenze imprese e istituzioni culturali previsto dal decreto Rilancio.

“Dopo i primi interventi emergenziali e i decreti di giugno che hanno destinato 40 milioni a sostegno del tax credit per le librerie e per l’acquisto di volumi da parte delle biblioteche pubbliche – ha sottolineato il ministro Franceschini – con questo decreto continua il supporto del Governo al settore dell’editoria, in particolare ai piccoli editori che stanno vivendo ancora un momento di grande difficoltà”.

Azzolina: «a settembre la scuola riparte»

«A settembre la scuola riparte… Ho firmato lo scorso 24 luglio l’Ordinanza che stabilisce l’avvio delle lezioni dal 14 settembre… Stiamo lavorando in raccordo con i territori, con gli Enti locali, ma anche con Musei, Teatri, Archivi, Biblioteche, insieme con il Ministero del Beni Culturali, per creare alleanze con le scuole e far si’ che le lezioni possano essere ospitate anche altrove», ha confermato la Ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, nel corso dell’informativa in aula alla Camera sulle iniziative di competenza per l’apertura dell’anno scolastico in relazione alla situazione epidemiologica da Covid-19.

AIB: “libri buttati, che brutto esempio a Reggio Calabria”

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa dell’Associazione Italiana Biblioteche fortemente preoccupata dalla decisione di molte scuole, che in questa fase sono alla ricerca di ulteriori spazi per garantire il distanziamento tra gli studenti durante le lezioni, di smantellare le biblioteche scolastiche, eliminandone arredi e libri, per trasformarle in aule tradizionali.

Almalaurea: analisi sulle professionalità delle industrie culturali e creative

Gli occupati nel sistema produttivo culturale in Italia sono il 2,7% della forza lavoro. Il 42% è laureato, percentuale quasi doppia rispetto agli occupati di tutti gli altri settori.

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa del Consorzio Interuniversitario AlmaLaurea che ha realizzato un approfondimento sulle professioni in ambito culturale.

Contenzioso sul concorso per dirigenti scolastici del 2017

Il Ministero dell’Istruzione, rispondendo all’interrogazione Toccafondi sul contenzioso sollevato in merito al concorso per dirigenti scolastici del 2017, ha confermato che si dovrà attendere la pronuncia del Consiglio di Stato prevista a metà ottobre prossimo ma che nel frattempo, per garantire il corretto e tempestivo inizio dell’anno scolastico 2020/2021, si sta già procedendo alla verifica dei posti vacanti per l’immissione in ruolo dei nuovi dirigenti scolastici tramite lo scorrimento della graduatoria di merito del concorso nazionale 2017.

Le biblioteche scolastiche vanno utilizzate non trasformate in aule tradizionali

Il Ministero dell’istruzione ha risposto all’interrogazione urgente di Flavia Piccoli Nardelli sull’utilizzo degli spazi delle biblioteche scolastiche per lo svolgimento delle lezioni del prossimo anno scolastico.

Infatti, preoccupa la decisione di molte scuole, in questa fase in cui sono alla ricerca di spazi aggiuntivi per la necessità di garantire il distanziamento fisico tra gli studenti, come denunciato dalla Associazione Forum del libro, di trasformare gli spazi delle biblioteche scolastiche in aule destinate alla didattica tradizionale.