Audizione della Ministra Fedeli

Pubblichiamo il testo dell’Audizione della Ministra dell’istruzione dell’università e della ricerca Valeria Fedeli davanti alle Commissioni Cultura riunite di Camera e Senato in merito all’avvio dell’anno scolastico 2017/2018.

La Ministra ha fatto il punto sull’inizio di questo anno scolastico, soffermandosi sulle 30.000 nuove immissioni in ruolo che hanno consentito di ridurre i contratti a tempo determinato di circa 22 mila unita, sul prossimo concorso per 2.425 posti di dirigente scolastico e su quelli che saranno a breve banditi, sull’alternanza scuola-lavoro che ha coinvolto circa 1,1 milioni di studenti, sulle prospettive future della scuola e sulle risorse investite.

Una mia riflessione sull’alternanza scuola/lavoro

In questi anni sono state realizzate molte misure importanti per combattere la dispersione scolastica, migliorare il quadro delle competenze degli studenti e favorire l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro. Penso al sistema duale sperimentato con successo in molte scuole, all’apprendistato in formazione o all’alternanza scuola/lavoro. Purtroppo, proprio l’alternanza è stata oggetto di critiche e non si sono sufficientemente evidenziati gli elementi estremamente positivi che ha introdotto. 

Ottobre, il mese del paesaggio

Ottobre riporta due importanti eventi che hanno come oggetto il paesaggio italiano: la campagna social dei musei, ottobre al museo #paesaggioitaliano e la prima edizione degli stati generali del paesaggio.
Il paesaggio italiano è centrale nelle attività del MiBACT e, anche, per ricordare il XVII anniversario della sottoscrizione della Convenzione Europea del Paesaggio avvenuta nell’ottobre del 2000.
La Convenzione Europea del Paesaggio è infatti il primo accordo fra Paesi europei che ha ad oggetto il paesaggio che definisce “una parte di territorio, così come è percepita dalle popolazioni, il cui carattere deriva dall’azione di fattori naturali e/o umani e dalle loro interrelazioni”.
Il paesaggio “quale natura plasmata dall’uomo”, bene materiale e immateriale, archivio vivente di saper fare ma anche categoria estetica riconosciuta, dunque bene paesaggistico di valore. Da qui la necessità di riconoscere il paesaggio per tutelarlo e valorizzarlo.

Romagna terra del buon vivere

Giovedì 28 settembre, alle ore 16.00, presso la Chiesa di San Giacomo a Forlì, Flavia Piccoli Nardelli interverrà al workshop Romagna terra del buon vivere, incontro organizzato all’interno dell’ottava edizione della Settimana del Buon Vivere, la manifestazione dedicata all’economia della relazione e a come la stessa possa influire sui temi dell’economia, della cultura, del bene comune e della sostenibilità in chiave di sviluppo responsabile, che si tiene dal 23 settembre all’1 ottobre a Forlì e Cesena.

Ghizzoni: non si lasci alla tecnica la politica universitaria

Riceviamo e pubblichiamo un interessante articolo di Manuela Ghizzoni, parlamentare del PD in Commissione Cultura alla Camera, su non si lasci alla tecnica la politica universitaria“, uscito il 6 settembre su “Scuola 24” – Il Sole 24 Ore.

Manuela Ghizzoni «In Italia ci sono pochi laureati. Siamo al penultimo posto in Europa. In particolare, è laureato il 24,8% dei giovani tra i 25 e i 34 anni, il 10,2% in meno rispetto alla media europea. In termini assoluti, rispetto all’Europa, mancano all’appello ben 700.000 giovani laureati italiani.