Vibo Valentia Capitale Italiana del Libro 2021

«Auguri di buon lavoro a #ViboValentia nuova #CapitaleItalianaDelLibro2021. Nella promozione della lettura e nel rilancio della filiera del libro saranno determinanti la passione dei lettori e l’entusiasmo del Sud. Complimenti a tutte le città che hanno partecipato» ha twittato Flavia Piccoli Nardelli.

Vibo Valentia è stata prescelta come Capitale italiana del Libro 2021 perché «si è distinta per la qualità delle iniziative presentate, esposte con chiarezza, in cui si fondono rigore ed entusiasmo. L’idea di base nell’introduzione al progetto che ha vinto è di fare entrare prepotentemente il Libro nella vita delle persone. Un concetto che siamo certi verrà tradotto in comportamenti virtuosi destinati a lasciare un’impronta duratura», leggiamo sulla motivazione espressa dalla giuria selezionatrice, presieduta da Romano Montroni e composta da Valentina Alferj, Angelo Piero Cappello, Fulvia Amelia Toscano e Marcello Veneziani.

Scuola: Piccoli Nardelli (Pd), «bene Bianchi, panorama ricco di opportunità»

Roma, 4 mag. (Adnkronos) – «Assicurare al nostro Paese un sistema educativo stabile, in grado di accogliere le nuove didattiche, di mostrarsi dinamico e reattivo, capace di dare centralità alla formazione, di assicurare il corretto reclutamento del personale, di offrire strumenti adeguati di orientamento per le famiglie, di sapersi collegare alla filiera professionale e tecnica, di offrire e promuovere un sistema di Its all’altezza delle nuove sfide per il Paese: su questi obiettivi espressi oggi dal ministro Bianchi in audizione presso le commissioni congiunte Cultura della Camera e Istruzione del Senato, noi siamo prontissimi a dare il nostro contributo, sono obiettivi che condividiamo e che consideriamo indispensabili per il futuro dell’intero sistema scolastico», dichiara Flavia Piccoli Nardelli, della presidenza del gruppo Pd alla Camera.

Albo delle “librerie di qualità”

Entro il 30 giugno le librerie possono presentare le domande di iscrizione all’Albo delle “librerie di qualità” per il triennio 2021-2023

La Direzione generale Biblioteche e diritto d’autore del Ministero della Cultura ha pubblicato i modelli per presentare la domanda di iscrizione all’albo delle “librerie di qualità” previsto dalla legge per la promozione e il sostegno della lettura (L. 13 febbraio 2020, n. 15) e istituito dal Ministero della Cultura con un decreto ministeriale dell’11 marzo scorso.

«Un’opportunità di crescita per le librerie che punteranno a migliorare la qualità del servizio e una garanzia per i lettori che avranno un parametro in più per valutare i luoghi di acquisto», ha affermato Flavia Piccoli Nardelli.

Recovery: investimenti per tutta la filiera dell’istruzione

(DIRE) Roma, 27 apr. – «Se abbiamo quasi risolto il problema dell’analfabetismo in Italia, con soltanto lo 0,6% della popolazione che ancora ne è affetta, oggi ci troviamo di fronte al problema dell’analfabetismo funzionale che è altrettanto grave perché’ impedisce alle persone di affrontare i temi complessi che riguardano la vita sociale. E mai come oggi, come ricordato dallo stesso Presidente Draghi, la nostra credibilità dipenderà dalla capacità che avremo di investire sui temi della cultura, della conoscenza, della lotta all’analfabetismo funzionale e all’analfabetismo digitale», dichiara Flavia Piccoli Nardelli, della Presidenza del Gruppo Pd alla Camera, intervenendo a Radio Immagina, la radio del Partito democratico, insieme alla professoressa Vittoria Gallina ed al professor Francesco Pira.

Cultura: Piccoli Nardelli (Pd), incentivare i sostegni al credito d’imposta

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) – Roma, 26 apr – «Il processo di defiscalizzazione al 65% sulle donazioni liberali erogate a sostegno dell’arte e del patrimonio culturale del Paese, tasso più alto d’Europa in questo settore, ha incentivato sia le forme di macro-mecenatismo che quelle di micro-mecenatismo dalle quali sono stati raccolti oltre cinquecento milioni di euro. Uno straordinario esempio di collaborazione tra pubblico e privato nell’interesse dell’Italia che deve essere sostenuto con ulteriori sostegni al credito d’imposta, specie dopo gli ingenti danni causati dalla crisi pandemica», è l’appello lanciato da Flavia Piccoli Nardelli, deputata Pd, nel corso del Forum “Cultura e Impresa volano per la ripresa” organizzato dalla Cassa dei ragionieri e degli esperti contabili, presieduta da Luigi Pagliuca.

Recovery: con oltre 6 miliardi la cultura guiderà la ripartenza del Paese

Borghi e edilizia rurale, digitalizzazione, tutela, Recovery Art, Cinecittà e potenziamento industria cinematografica

Il Piano Nazionale di ripresa e resilienza che oggi il Presidente Draghi presenterà al Parlamento destina oltre 6 miliardi di euro alla cultura. Gli interventi sono fondamentali nell’azione di ripartenza del Paese.

Con 6,675 miliardi di euro si mira ad incrementare il livello di attrattività del sistema culturale e turistico del Paese attraverso la modernizzazione delle infrastrutture, materiali e immateriali.

Gli investimenti previsti per la cultura ammontano nel complesso a 4,275 miliardi di euro a cui si sommano nel Fondo Complementare gli investimenti del ‘Piano Strategico Grandi attrattori culturali’, per 1,460 miliardi di euro, finalizzati al finanziamento di 14 interventi.

27 milioni di euro per operatori extra FUS

Salgono a circa 600 milioni di euro i sostegni dello spettacolo dal vivo

Il Ministro della Cultura, Dario Franceschini, ha firmato questa mattina il decreto che destina 27 milioni di euro del fondo emergenza cinema, spettacolo e audiovisivo, istituito già dal decreto legge Cura Italia e rifininziato più volte in questi mesi, al sostegno degli organismi operanti nei settori della musica, del teatro, della danza e del circo che non sono stati destinatari di contributi a valere sul Fondo unico per lo spettacolo nell’anno 2019, portando così il totale delle risorse impiegate nel sostegno a queste realtà a 80,6 milioni di euro e a quasi 600 milioni di euro la somma complessiva finora destinata all’emergenza dello spettacolo dal vivo in oltre un anno di pandemia.