BEGIN TYPING YOUR SEARCH ABOVE AND PRESS RETURN TO SEARCH. PRESS ESC TO CANCEL

Audizione della Ministra Fedeli

Pubblichiamo il testo dell’Audizione della Ministra dell’istruzione dell’università e della ricerca Valeria Fedeli davanti alle Commissioni Cultura riunite di Camera e Senato in merito all’avvio dell’anno scolastico 2017/2018.

La Ministra ha fatto il punto sull’inizio di questo anno scolastico, soffermandosi sulle 30.000 nuove immissioni in ruolo che hanno consentito di ridurre i contratti a tempo determinato di circa 22 mila unita, sul prossimo concorso per 2.425 posti di dirigente scolastico e su quelli che saranno a breve banditi, sull’alternanza scuola-lavoro che ha coinvolto circa 1,1 milioni di studenti, sulle prospettive future della scuola e sulle risorse investite.

Una mia riflessione sull’alternanza scuola/lavoro

In questi anni sono state realizzate molte misure importanti per combattere la dispersione scolastica, migliorare il quadro delle competenze degli studenti e favorire l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro. Penso al sistema duale sperimentato con successo in molte scuole, all’apprendistato in formazione o all’alternanza scuola/lavoro. Purtroppo, proprio l’alternanza è stata oggetto di critiche e non si sono sufficientemente evidenziati gli elementi estremamente positivi che ha introdotto. 

“La Scuola al Centro”: pubblicata la graduatoria finale del bando

Più di 1 mln le ore aggiuntive che verranno erogate fra sport, musica, teatro, competenze digitali 221 gli istituti coinvolti nelle aree colpite dal sisma

Più sport, musica, laboratori di lingue, teatro, innovazione digitale. Per un totale di oltre 1 mln di ore di attività aggiuntive da svolgere in orario extra scolastico, di pomeriggio o nei mesi estivi.

Un manifesto per il patrimonio al futuro

Ieri sera sono intervenuta al Festival “Il libro possibile”, a Polignano a Mare, alla presentazione del libro “Patrimonio al futuro. Un manifesto per i beni culturali e il paesaggio” (ed.Mondadori Electa), di Giuliano Volpe, presidente del Consiglio Superiore Beni Culturali e Paesaggistici.

Nel momento in cui Volpe scrive, il libro è del 2015, si è avviata solo la prima parte della riforma, quella che ha previsto l’accorpamento delle Soprintendenze belle arti e architettura e paesaggio; infatti l’autore auspica che la riforma si completi unificando anche le soprintendenze archeologiche, cosa che accaduta nel gennaio 2016 con la creazione della soprintendenza unica archeologica, belle arti e paesaggio.