Bene il governo a non limitare l’accesso agli spettacoli

(ANSA) – ROMA, 08 OTT – «Apprezziamo la scelta del governo di non limitare ulteriormente il numero degli accessi ai luoghi della cultura, consentendo di continuare la programmazione degli spettacoli confermando quanto deciso in precedenza, pur nel rispetto delle norme anti-covid», dichiara Flavia Piccoli Nardelli, capogruppo Pd in commissione Cultura alla Camera.

La politica in festa

Flavia Piccoli Nardelli è intervenuta alla Festa dell’unità Nazionale di Modena nel seminario “La politica in festa”.

Al dibattito hanno partecipato: la scrittrice e già parlamentare Luciana Castellina, Francesca Chiavacci presidente nazionale Arci, Ugo Intini già segretario nazionale del Partito Socialista e il senatore Ugo Sposetti. Ha moderato l’incontro Ninni Andriolo.

Franceschini: vorrei “fondo cultura” in decreto crescita

Il Ministro per i beni le attività culturali e il turismo, Dario Franceschini, è intervenuto in Commissione Cultura alla Camera dei deputati per proseguire, in videoconferenza, l’audizione sulle iniziative di competenza del suo dicastero per fronteggiare l’emergenza epidemiologica in corso.

Franceschini ha precisato che «ancora non siamo in condizioni di dire quando riapriranno le attività culturali, dipenderà dall’andamento epidemiologico e dalla possibilità di garantire misure di distanziamento e sicurezza. A differenza dei concerti, penso che musei e mostre possano aprire prima quando saranno in grado di garantirle. Ma mi dovrò confrontare col Comitato tecnico scientifico».

Perché sui libri l’Europa non fa sconti

Prosegue sulle pagine del quotidiano “la Repubblica” il dibattito, apertosi con la lettera di Alessandro e Giuseppe Laterza, sulla legge per la promozione del libro e della lettura approvata in via definitiva dal Senato lo scorso 5 febbraio. Ecco l’opinione di due editori che fanno parte dell’Adei, l’associazione degli editori indipendenti, in favore della norma e in particolare dell’articolo 8 sulla limitazione degli sconti

PERCHÉ SUI LIBRI L’EUROPA NON FA SCONTI

di MARCO ZAPPAROLI E ANDREA PALOMBI

Da giorni il Presidente di Aie, Ricardo Franco Levi, tuona contro l’approvazione della Legge per la promozione della lettura, avvenuta al Senato con una straordinaria unanimità politica. Levi tuona in particolare contro l’articolo 8, che prevede una maggiore delimitazione degli sconti sul prezzo di copertina dei libri. Dipinge un quadro funesto, evocando cifre indimostrabili. A noi sembra necessario quanto urgente far chiarezza. Perché il presidente dell’Aie,...

ANSA/ Passa alla Camera la legge sulla lettura

(ANSA di Silvia Lambertucci) – ROMA, 16 LUG – Un premio annuo di 500mila euro per la città capitale del libro, che prenderà vita sul modello della capitale della cultura; la nascita del bollino di qualità per le librerie; soldi alle scuole per la formazione di personale che si occupi delle biblioteche interne. Ma anche “patti locali” con reti di pubblico e privato per il sostegno alla lettura, oltre agli interventi sul prezzo dei libri con la conferma del limiti agli sconti che sarà del 5 per cento, il 15 per cento solo per i libri scolastici.

L’Italia Riformista

Flavia Piccoli Nardelli è intervenuta all’incontro “L’Italia Riformista. Pensare, discutere e progettare il PD di domani e il governo del Paese”, la prima convention organizzata da Base Riformista, a Montecatini Terme il 5, 6 e 7 luglio 2019, per contribuire al protagonismo del PD nella società italiana e nello scenario europeo.