A

Mibact: Online su YouTube L’Italia Chiamò

Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il turismo ha aderito a “L’Italia Chiamò”, la campagna nata spontaneamente sulla rete che vede molti artisti, giornalisti, musei e istituzioni culturali impegnati in un grande evento finalizzato alla raccolta fondi per la Protezione civile.

Il canale YouTube del MiBACT  sta ospitando da questa mattina alle 6 e fino a mezzanotte il live streaming solidale al quale stanno partecipando centinaia di protagonisti del mondo dell’informazione, della cultura, della musica e dello spettacolo.

Luce per gli spettatori

Il primo week end di questo momento difficile può anche essere un week end per vedere cose belle

Istituto Luce Cinecittà aderisce pienamente alla campagna nazionale e diffusa #IoRestoaCasa, promossa dal Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo (Mibact), per portare nei giorni dell’emergenza, dentro alle case di tutti gli italiani, una grande offerta digitale di contenuti video, testuali, iconografici, dedicati a cultura, spettacolo, informazione e didattica.

Migliaia di ore di intrattenimento e conoscenza a disposizione di tutti, gratuitamente, su tutti i siti web di Luce-Cinecittà, ora che spettatori e visitatori non hanno possibilità di accedere ai luoghi della cultura.

Coronavirus, la solidarietà digitale si estende in tutta Italia

Il Ministro per l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione lancia oggi un nuovo progetto di “solidarietà digitale”, esteso a tutto il territorio nazionale, con l’obiettivo di aiutare le persone, i professionisti e le aziende a continuare la propria attività e mantenere le proprie abitudini di vita, rispettando al tempo stesso le disposizioni del nuovo Decreto del Presidente del consiglio dei ministri (Dpcm 9 marzo 2020) che introduce misure per il contenimento e il contrasto del diffondersi del Coronavirus (SARS-CoV-2) sull’intero territorio nazionale.

Rai, nuova programmazione dopo stop alle scuole

Cambia i palinsesti il servizio pubblico per adeguare l’offerta RAI alle esigenze di una platea più vasta, che include bambini e ragazzi, dopo lo stop delle scuole legato all’emergenza coronavirus.

Da lunedi’ 9 marzo su RAI2 alle 7.30 e su RAI Yoyo alle 16.20 torna “L’Albero Azzurro”, programma storico, realizzato negli studi RAI di Torino, che festeggia 30 anni con una nuova edizione proposta in occasione dell’apertura su RAI2 della nuova fascia mattutina dedicata ai bambini, in questi giorni a casa per la chiusura delle scuole: andra’ in onda alle 7.30 su RAI2 e alle 16.20 su RAI Yoyo.

Musei: tornano in modo permanente le domeniche gratuite

Musei, durante le domeniche gratuite 17 milioni di visitatori

Flavia Piccoli Nardelli ha interrogato il Ministero per i beni le attività culturali e il turismo, durante il question time alla Camera, sulle iniziative programmate per incentivare l’accesso dei visitatori ai luoghi della cultura , visto che dopo la «riforma dei musei nel nostro Paese erano emersi con chiarezza risultati che possiamo sicuramente definire straordinari, anche rendendo atto del lavoro fatto a tutto il personale e ai nuovi direttori dei musei.

Gli ultimi dati disponibili registrano, nel 2019, oltre 55 milioni di visitatori. Vediamo però che il loro numero, per la prima volta, dopo anni di costante crescita, non è aumentato rispetto all’anno precedente.

ANAI: lettera sulla grave situazione dell’Archivio Centrale dello Stato

Pubblichiamo la lettera aperta che il Direttivo dell’ANAI-Associazione Nazionale Archivistica Italiana ha inviato all’On. Flavia Piccoli Nardelli, lo scorso 24 gennaio 2020, sull’urgenza dei problemi dell’Archivio Centrale dello Stato, che a causa dell’insufficienza di spazio nei suoi depositi non è più in grado di accogliere i nuovi versamenti di documentazione, oltretutto soffrendo già delle gravissime carenze di personale che affliggono tutto il settore degli archivi.

18app: le risorse per il 2020

Il Ministero per i beni le attività culturali e il turismo, interrogato dalla Commissione Cultura della Camera, ha assicurato che per la 18App anche nel 2020 sarà stanziata la stessa cifra concessa negli anni passati.

«Il bonus cultura per i giovani, introdotto in via sperimentale nel 2016, è stato accolto molto positivamente dai ragazzi, anche grazie alle modalità di attuazione – mediante la piattaforma web e i voucher digitali – che risultano particolarmente in linea con le abitudini dei più giovani.