Editoria: Di Maio vuole trofeo demagogico

ROMA, 2 NOV – “Le parole di Luigi Di Maio sui tagli all’editoria rivelano che nel vice-premier l’ansia di sbandierare un qualche trofeo demagogico sovrasta purtroppo sia la conoscenza della materia che la consapevolezza degli effetti dei suoi annunci”. Lo dichiara Flavia Piccoli Nardelli, deputata del Partito democratico, a proposito dell’annuncio di Luigi Di Maio sui tagli all’editoria contenuti nella legge di Bilancio.

“È evidente – continua – che i 5 Stelle non hanno la più pallida idea del valore che per le testate locali rappresentano la tradizione e la credibilità costruita negli anni agli occhi del lettori. Negarlo è segno di miopia o di stupidità”. “Di certo su materie così delicate sarebbe opportuno procedere con maggior cautela e umiltà. Il pluralismo dell’informazione è un pilastro della democrazia che non può essere certo sacrificato per qualche decimale nei sondaggi settimanali”, conclude. (ANSA).

Innovazione e sostenibilità nell’organizzazione culturale

Giovedì 1 dicembre, alle ore 14, Flavia Piccoli Nardelli parteciperà alla tavola rotonda «Innovazione e sostenibilità nell’organizzazione culturale» con addetti ai lavori, esperti e istituzioni della cultura convocati dall’editore Giuseppe Laterza a Milano, presso il Museo nazionale della scienza e della tecnologia Leonardo da Vinci (Via San Vittore 21).